Vaccini e screening: qualche dato sulla prevenzione in Italia

OggiScienza

SALUTE – La notizia di un aumento del 230% dei nuovi casi di morbillo in Italia nel gennaio 2017 rispetto ai mesi appena precedenti sta rimbalzando su tutti i giornali. Un dato su cui si tende a calcare la mano per ribadire la necessità di migliorare ulteriormente la copertura vaccinale, soprattutto in alcune aree d’Italia. Sono ben note le ragioni per cui è di primaria importanza per la salute di tutti vaccinare i propri figli contro il morbillo e altre malattie infettive, così come l’assenza di effetti collaterali gravi dovuti al vaccino, autismo compreso, e OggiScienza ne ha già ampiamente parlato per esempio quiqui e qui. Tuttavia la realtà non è per niente confortante.

È necessario tuttavia contestualizzare questo dato, per evitare di far pensare agli albori di un’epidemia di morbillo mai vista prima. Se andiamo a esaminare i dati forniti da Epicentro, il portale dell’Istituto Superiore…

View original post 854 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...