Tag

, , , , ,

OggiScienza

“Di fatto per il tumore ovarico possediamo scarsi modelli sperimentali, cioè sistemi su cui possiamo lavorare che dovrebbero mimare l’azione del cancro”. Crediti immagine: Ed Uthman, Flickr

RICERCA – Il principale problema per la lotta contro il cancro ovarico è la sua estrema eterogeneità genetica, che lo rende un tipo di tumore non facile da bersagliare. Si tratta infatti di un tipo di cancro con una grande varietà di mutazioni a bassissima frequenza, cioè ognuna delle quali si presenta in poche donne, per cui difficilmente una cura risulta generalizzabile. Per questo, al momento, è uno dei tumori meno adatto a essere trattato con le cosiddette terapie a bersaglio, che invece funzionano meglio per tumori a bassa variabilità genetica come alcune forme di tumore al seno o al polmone. L’arma principale per il tumore ovarico rimane quindi la chirurgia, che prima viene effettuata meglio funziona.

La sfida per i…

View original post 663 altre parole

Annunci