Tag

, , , , ,

Reblogged from StartupItalia

L’idea della startup siciliana InSight si chiama Arianna, ed è un sistema nato per migliorare le capacità sensoriali di chi ha difficoltà visive durante gli spostamenti. Arianna, come il famoso filo, permette infatti alle persone con difficoltà visive di destreggiarsi con facilità in qualsiasi “labirinto”: dai luoghi pubblici come aeroporti, supermercati, ospedali e stazioni, alla propria casa. Il filo però questa volta è virtuale. Si tratta infatti diun sistema di navigazione pedonale tramite smartphone, basato sulla realtà aumentata, e che non prevede l’utilizzo del GPS o l’ausilio di pavimenti tattili.

Arianna è un brevetto depositato da InSight, una startup dell’Università di Palermo, e rappresenta un sistema innovativo di navigazione indoor, che si è già aggiudicato una buona recensione sul MIT Technology Review e ha vinto l’edizione 2014 di StartCup Sicilia. A mettere in campo il progetto, un team di ingegneri dell’Università di Palermo, un gruppo eterogeneo per età e per esperienza, dove non mancano i giovani.

La tecnologia alla base di Arianna è molto semplice: basta scaricare la app e avremo fra le mani la nostra personale versione di realtà aumentata. Una volta che la persona non vedente (ma la tecnologia è pensata anche per gli anziani o per vedenti con difficoltà in ambiente indoor) si trova in un luogo dove è stato istallato il sistema Arianna, la app codifica le informazioni interattive lungo il percorso, informandola sulla direzione da seguire tramite un segnale vibrante sul proprio cellulare. Le vibrazioni sono correlate alla posizione e alla direzione del utente, consentendogli di capire qual è la direzione da seguire e se vi dovesse essere la presenza di ostacoli.

Read More

Annunci