Screening mammografico: perché è sì

OggiScienza

Mobile_mammography_busSPECIALE DICEMBRE – Secondo i dati raccolti dall’Osservatorio Nazionale dello Screening nel 2012, negli ultimi 10 anni l’estensione effettiva dello screening mammografico contro il cancro al seno in Italia è passata dal 41% del 2003 al 74% del 2011, con punte del 92% nell’Italia settentrionale. Ma quali sono oggi i numeri dello screening, quali le metodologie utilizzate nel nostro paese e quali gli eventuali limiti di questo approccio preventivo? Per rispondere a queste domande è opportuno affrontare la questione da due diverse prospettive: quella radiologica e quella oncologica, entrambe coinvolte, seppur in fasi diverse, all’interno dei percorsi di diagnosi e cura del tumore alla mammella. Abbiamo dunque parlato del ruolo dello screening mammografico con la dottoressa Diana Crivellari, Direttore dell’Oncologia Medica C presso il Centro di Riferimento Oncologico (CRO) di Aviano e con la dottoressa Bianca Maria Masinielli, radiologa che si occupa di screening mammografico presso l’ospedale di…

View original post 867 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...