Congedo di paternità, come cambia nel mondo

Reblogged from WIRED ITALIA

Non è una di quelle notizie che si sentono tutti i giorni quella recentemente resa nota dal colosso Netfix, che ha deciso di permettere ai propri dipendenti che diventano genitori un congedo parentale fino a un anno dopo la nascita di un bambino o un’adozione. Genitori, cioè uomini e donne indistintamente.

Nonostante queste buone nuove, il congedo di paternità è infatti ancora poco diffuso, e dove c’è il più delle volte non prevede più di una settimana. Una disomogeneità che secondo gli esperti porta a lungo andare conseguenze anche sul fronte del gender gap economico. Come sottolinea Stéphanie Thomson in un recente post sull’argomento apparso sul World Economic Forum, le donne pagherebbero in media una penale del 4% sul loro salario per ogni figlio, proprio a causa delle lunghe interruzioni di carriera dovute alla maternità.

Read More

Europei addio, sempre meno figli nella UE

Reblogged from Wired Italia

In Italia si fanno meno figli rispetto a un paio di decenni fa, lo dicono tutte le statistiche, ma secondo gli ultimi dati Istat, pare che dal 2000 a oggi qualche bambino in più lo abbiamo fatto. Se all’inizio del secolo la media era 1,26 figli per donna, nel 2010 la media è salita a 1,46 – la più alta del decennio – per poi scendere a1,42 nel 2012. In particolare, dal 2009 al 2012 abbiamo avuto 42 mila nati in meno rispetto agli anni precedenti. Qualche figlio in più e un’età via via sempre maggiore alla prima gravidanza, 31 anni nel 2012, mentre solo l’8,7% delle italiane ha il primo figlio entro i 25 anni.

Anche l’Europa però, secondo quanto emerge dagli ultimi dati, non mostra una tendenza di molto dissimile. Nella maggior parte degli altri paesi si fanno un po’ più figli rispetto al Bel Paese, ma sempre meno di qualche anno fa.

Se osserviamo la mappa costruita con i dati Eurostat relativi al 2013, notiamo che l’Europa mediterranea è l’area dove si fannomeno figli. In Spagna nel 2013 sono nati 9,1 bambini ogni 1000 abitanti, in Italia meno ancora, 8,5, così come in Germania e in Grecia. Nei paesi nordici invece pare che la maternità abbia sentito decisamente meno la crisi. Che sia merito di un welfare meglio organizzato e che mette più al centro la donna nel suo essere madre ma anche lavoratrice, fatto sta che sono quasi 12 i nati ogni 1000 abitanti in Norvegia e Svezia, oltre 12 nel Regno Unito e addirittura 13,4 in Islanda e 15 in Irlanda.

Read More