Ciclabili e aree pedonali, Padova è la migliore città d’Italia

Reblogged from Wired Italia

I dati Istat parlano chiaro: il nostro è un paese fortementedisomogeneo dal punto di vista delle infrastrutture per la mobilitàsostenibile, prime fra tutte le piste ciclabili, dove la distanza nord-sud si coglie a colpo d’occhio.

Anche se comprensivamente dal 2008 a oggi i km di piste ciclabilidei capoluoghi di provincia italiani sono passati da 13,6 a quasi 19 km su 100 km2 di superficie comunale, in molte province del sud infatti, tutto questo è ancora un miraggio

Le prime 10 città d’Italia per km di piste ciclabili nel 2013 sono tutte nel nord Italia, e anche fra le successive 10 fra le città sotto il Po troviamo solo Firenze.
Certo, è importante tenere in considerazione anche l’orografia del territorio e la struttura dei centri abitati, che non sempre permettono di utilizzare agevolmente la bicicletta, ma fatti salvi alcuni casi particolari, possiamo dire che è in particolare il nord-est a pedalare di più e soprattutto in condizioni migliori. In testa Padova, con 174,1 km per 100 km2 di superficie comunale, seguono Torino, Brescia, Modena, Mantova, Pordenone, Treviso, Bergamo e Bolzano.

Read More

Car sharing o autonoleggio? Dipende

OggiScienza

800px-IMAG0220 SPECIALI – È sufficiente accendere il televisore per non avere dubbi su quale sia la tipologia di prodotto più pubblicizzato nel nostro paese: l’automobile. Ma le alternative a cambiare l’auto a ben vedere ci sono, anche se non equamente distribuite lungo tutta la penisola. Parliamo del fenomeno del car sharing , un mercato che sta prendendo sempre più piede anche nel nostro paese, con iniziative totalmente pubbliche, totalmente private, oppure anche attraverso collaborazioni tra pubblico e privato. Abbiamo parlato della portata di questo fenomeno in Italia con Adriano Loporcaro dell’Università di Bari che si sta occupando di studiare il fenomeno in rapporto alle altre forme di spostamento door-to-door, primo fra tutte il tradizionale autonoleggio, e che ha pubblicato nel 2013 insieme a Marisa Valleri, sempre dell’Università di Bari, i primi risultati delle sue ricerche

View original post 693 altre parole