OggiScienza

119945422_6e1c0a517c_o Grazie al decreto Uno contro Zero, è possibile conferire rifiuti elettronici di piccole dimensioni nei negozi che li vendono, anche senza comprare niente in cambio. Crediti immagine: Sascha Pohflepp, Flickr

AMBIENTE – Da luglio 2016 è possibile conferire i rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche, i cosiddetti RAEE, di piccole dimensioni anche direttamente nei negozi senza dover per questo acquistare un elettrodomestico in cambio. Ma se sulla carta abbiamo la legge, nella realtà in pochi lo sanno. Si tratta del decreto Uno contro Zero, secondo cui i negozi con una superficie superiore ai 400 metri quadrati hanno l’obbligo di ritirare i piccoli apparecchi elettronici, più piccoli di 25 centimetri – fra cui rientrano per esempio tablet e cellulari, lettori mp3, spazzolini elettrici, macchine fotografiche digitali, calcolatrici e cuffie – gratuitamente senza chiedere nulla in cambio, a differenza di quello che accade per il resto dei rifiuti RAEE per…

View original post 558 altre parole

Annunci