OggiScienza

hand-351277_1280 Chi soffre di artrite reumatoide con il tempo sviluppa spesso anche disturbi cardio-circolatori. Immagine Pixabay

SCOPERTE – L’artrite reumatoide è una malattia cronica infiammatoria piuttosto frequente (riguarda lo 0,5-1% della popolazione) e colpisce la membrana sinoviale che riveste le articolazioni. La risposta immunitaria nelle articolazioni porta le cellule malate a “danneggiare” i tessuti circostanti. Essendo un’artrite, appartiene alle cosiddette malattie autoimmuni, che coinvolgono cioè una risposta immunitaria, fattore che distingue le artriti dalle forme di artrosi, che sono delle patologie degenerative della cartilagine che non coinvolgono direttamente il sistema immunitario.

Chi soffre di artrite reumatoide è soggetto molto spesso a sviluppare col tempo anche malattie cardio-circolatorie, un rischio circa doppio per le coronaropatie e lo scompenso cardiaco e di 2-3 volte maggiore per la trombosi. Uno studio dell’Ospedale San Raffaele di Milano pubblicato su Annals of the Rheumatic Diseases ha dimostrato che una molecola – TNFalfa, già…

View original post 491 altre parole

Annunci