Reblogged from StartupItalia

È diventato in pochi giorni uno dei progetti italiani più finanziati su Kickstarter, con oltre 65mila euro a fronte dei 20mila previsti per partire. Si tratta di Kjaro, il primo ombrello al mondo che puoi riporre comodamente in borsa anche se bagnato fradicio, grazie a tre semplici accortezze: un tessuto che respinge le gocce, una chiusura realizzata con delle calamite, e soprattutto una custodia impermeabile munita di un particolare serbatoio per raccogliere l’acqua per poi svuotarla quando vogliamo. Tutto rigorosamente Made in Italy. Un sistema per non essere costretti ad abbandonare l’ombrello all’entrata di un locale o in autobus, finendo spesso di dimenticarcelo lì.

L’idea viene proprio da chi sui mezzi pubblici ci ha passato molto tempo: Angelo Vadruccio, fondatore di una startup con base in Brianza, la Kjaro srl. «L’idea è nata dalla mia esperienza di pendolare che utilizzava la metropolitana di Milano e osservava i tanti piccoli disagi che un ombrello bagnato può creare».

Qui invece, si può riporre il proprio ombrello nella sua custodia non appena ha smesso di piovere, e l’acqua verrà convogliata verso il serbatoio, senza farla fuoriuscire. Basterà ruotare il serbatoio per svuotarlo al momento opportuno. Ma non solo. Kjaro, che ha un brevetto depositato, è molto elegante anche a livello estetico, essendo pensato per essere indossato come una pochette, in modo da non costringerci ad avere una mano occupata mentre camminiamo. Per i più esigenti in materia di stile, la custodia è anche personalizzabile.

Read More

Annunci