Agricoltura, un mercato europeo a due velocità, e con pochi giovani

Forse la vulgata secondo cui tanti giovani starebbero virando verso l’agricoltura, anche grazie ai sussidi europei, non è poi tanto vera, così come l’idea che i paesi meno abbienti possano puntare sull’agricoltura. Ipaesi che trainano l’economia europea sono gli stessi che dominano il mercato agricolo: Germania, Francia e Regno Unito, mentre i meno ricchi hanno … Continua a leggere Agricoltura, un mercato europeo a due velocità, e con pochi giovani

Annunci

«Per un’etica condivisa» e “L’altro siamo noi” di Enzo Bianchi

Enzo Bianchi è una delle voci a mio modesto avviso più importanti da seguire nel panorama italiano, anche per chi non crede. C'è molto materiale online per fortuna, interventi suoi, pensieri condivisi, e anche seguirlo su twitter è un piacere quotidiano. Ho letto due suoi piccoli ma intensi libri in questi giorni, editi entrambi da … Continua a leggere «Per un’etica condivisa» e “L’altro siamo noi” di Enzo Bianchi

Anno 2016: 1 bambino su 300 nato grazie all’eterologa

E’ interessante raccontare che cosa sta avvenendo in Italia da un anno e mezzo a questa parte. Da quando cioè con ritardo rispetto al resto d’Europa, anche nel nostro paese è diventato legale ricorrere alla fecondazione eterologa, quella cioè che permette alle coppie che lo desiderano di ricorrere a gameti provenienti da persone terze, anche … Continua a leggere Anno 2016: 1 bambino su 300 nato grazie all’eterologa

«Alcune riflessioni sulla filosofia dell’hitlerismo» di Emmanuel Levinas

Condivido qui l'incipit di questo piccolo libro, inteteressantissimo, che è «Alcune riflessioni sulla filosofia dell'hitlerismo» scritto dal grande filosofo Emmanuel Levinas, e che ho riletto in questi giorni (Quodlibet, lo trovate qui, con una prefazione nientemeno che di Giorgio Agamben). Questo articolo è apparso in "Esprit", rivista del cattolicesimo progressista d'avanguardia, nel 1934, pressappoco all'indomani dell'arrivo … Continua a leggere «Alcune riflessioni sulla filosofia dell’hitlerismo» di Emmanuel Levinas