Dieta e microbioma: quanto ne sappiamo?

OggiScienza

In che modo modificare la propria dieta può rafforzare il microbioma, un’importante componente del nostro organismo? Crediti immagine, Pixabay

APPROFONDIMENTO – Oggi in molti parlano di microbioma e del suo importante ruolo protettivo per la nostra salute, nelle malattie autoimmuni come l’artrite reumatoide o la sclerosi multipla e nelle malattie infiammatorie croniche intestinali, (in inglese inflammatory bowel disease, IBD) come il Morbo di Crohn o la colite ulcerosa.

La letteratura in materia, però, offre al momento risultati non del tutto omogenei, non tanto sul ruolo positivo giocato dal microbioma, quanto sull’effettiva possibilità che modificare la propria dieta (e soprattutto: quale dieta?) possa bastare per rafforzare questa importante componente del nostro organismo. In particolare ci si chiede se effettivamente, e in che misura, regimi alimentari che fanno ampio uso di probiotici (microrganismi non patogeni in grado di riprodursi nell’intestino) migliorano davvero alcune funzioni del nostro organismo come l’autoimmunità, agendo sul microbioma.

View original post 994 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...