Cellule staminali per la sclerosi multipla: le nuove prospettive

OggiScienza

RICERCA – Da circa 15 anni i ricercatori hanno notato che trapiantando cellule staminali neurali negli animali, queste ultime sortivano in loro un effetto benefico, portando a una remissione molto significativa della malattia, a tal punto che animali già paralizzati riuscivano a riprendere a camminare. Le direzioni della ricerca scientifica intorno a questo fenomeno negli anni sono state due: primo, capire se lo stesso risultato fosse riscontrabile anche nell’uomo e secondo quali fossero i meccanismi coinvolti in questo fenomeno, cioè capire perché succede.

L’Italia è in prima linea su entrambi i fronti, grazie alle ricerche in atto presso l’IRCCS San Raffaele di Milano. A fine maggio è stato infatti lanciato il primo studio clinico al mondo per testare gli effetti dell’infusione progressivamente crescente di cellule staminali su pazienti affetti ormai da Sclerosi Multipla progressiva. Attualmente lo studio è in fase 1, cioè si sta valutando la sicurezza del metodo, ovvero…

View original post 455 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...