Ritmi da Nobel: come funzionano i ritmi circadiani?

OggiScienza

ATTUALITÀ – Ha fatto il giro del web la foto assonnata di Michael Rosbash quando gli è giunta la notizia dall’altra parte del mondo, di aver vinto il prestigioso premio Nobel per la medicina. “Sembra che il ritmo biologico del neo premiato sia stato disturbato dalla notizia!” scherza l’account twitter dell’Accademia Svedese.

L’elemento ironico sta nel fatto che le ricerche dei neo vincitore vertono proprio sullo studio dei ritmi circadiani (ritmo caratterizzato da un periodo di circa 24 ore). Si tratta dei meccanismi che regolano l’orologio biologico, che si mantiene sincronizzato con il ciclo naturale – per esempio del giorno e della notte – grazie a stimoli naturali come la temperatura e la luce e a…

View original post 554 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...