OggiScienza

2653833040_644faff824_b Una sequenza di DNA non umana presente nelle cellule di pazienti malati di leucemia mieloide acuta sembra essere associata alla malattia. Crediti immagine: Shaury Nash, Flickr

SCOPERTE – Da oltre vent’anni la scienza sta studiando i meccanismi genetici alla base dell’origine della leucemia mieloide acuta, una malattia che colpisce circa 2000 persone l’anno. Un gruppo di ricercatori dell’Università Statale di Milano e dell’Ospedale Niguarda ha individuato nella metà dei pazienti una sequenza di nucleotidi – i mattoni che compongono il DNA – non umana, anche se ancora non si conosce la natura di questa sequenza estranea, né come e perché viene incorporato nel nostro DNA. Una sequenza che potrebbe appartenere, fra le altre ipotesi, a un virus o a un batterio. La scoperta è valsa la pubblicazione su Scientific Reports ed è frutto di un lavoro completamente autofinanziato con il sostegno delle associazioni di volontariato (Associazione Malattie del…

View original post 572 altre parole

Annunci