OggiScienza

Il caffè, secondo un report dello IARC, può essere considerato cancerogeno non in ragione delle sue componenti come la caffeina, ma per la temperatura elevata alla quale viene spesso consumato. Crediti immagine: skitterphoto, Pixabay

SPECIALE GIUGNO – Il caffè non è cancerogeno, mentre le bevande troppo calde possono diventarlo se consumate con frequenza. Questo quello che è emerso da una recente valutazione da parte dello IARC, l’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, il cui lavoro è quello di esaminare la letteratura scientifica per classificare le sostanze in base alla classe di rischio per la nostra salute. Gli esperti dello IARC hanno infatti deciso di spostare il caffè dall gruppo 2B (sostanze possibilmente cancerogene per l’uomo) in cui era contenuto dal 1991, alla categoria 3 (sostanze non cancerogene per l’uomo), dopo aver esaminato oltre 1000 studi sull’argomento. La sintesi di questa revisione è stata pubblicata su The…

View original post 639 altre parole

Annunci