Malattie rare e screening neonatale: a che punto è l’Italia

OggiScienza

9131353649_d37a1c43cf_z
SALUTE – Malika, nome di fantasia, marocchina. Nata apparentemente sana, muore poche settimane fa in Emilia Romagna, a soli 4 mesi per una malattia rara, la Malattia di Pompe, una patologia che non era stata diagnosticata alla nascita, dato che in Emilia Romagna, così come in quasi tutte le regioni italiane il Pompe non rientra nei programmi di screening neonatale esteso. Secondo i genitori della piccola però, qualcosa di più poteva essere fatto, e per questo hanno presentato una denuncia contro ignoti con l’ipotesi di omicidio colposo.

È notizia di ieri che il Senato ha approvato in sede deliberante il DDL screening neonatali ma già la vicenda di Malika aveva riportato alle cronache la delicata questione degli screening neonatali in Italia, che hanno profonde differenze a livello regionale. La vita o la morte dipende dalla fortuna di essere nati in una o in un’altra regione? È vero che…

View original post 869 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...