OggiScienza

6813314147_9dca299253_z
CRONACA – L’HIV è un esempio lampante di un virus la cui trasmissione potrebbe essere rallentata da misure preventive mirate, ma che ancora oggi, dopo più di 30 anni, l’Europa non sa debellare. Anzi, la situazione sta peggiorando, dato che nel 2014 abbiamo avuto il più alto numero di nuove infezioni dagli anni Ottanta. Questo è il triste dato che dobbiamo registrare nella giornata mondiale dedicata all’AIDS.

Lo racconta un report curato dall’ECDC e dall’OMS, secondo cui nel 2014 si sono contate 142 mila nuove diagnosi di HIV in 50 paesi europei: 16 diagnosi ogni 100 mila persone. Di esse, 56.944 sono quelle ufficialmente registrate dai sistemi di sorveglianza ufficiali degli uffici europei di ECDC-WHO. Se 142 mila in tutta Europa diagnosi sembrano poche pensiamo che sarebbe come averne 60 nuove all’anno in una città di media grandezza come Bologna o Firenze.

Schermata 2015-11-30 alle 16.54.13 Clicca sull’immagine per accedere all’infografica interattiva

Eccezioni a…

View original post 592 altre parole

Annunci