OggiScienza

5947958419_4bdcb5164f_z
APPROFONDIMENTO – Circa un anno fa veniva pubblicata un’indagine dell’Istat sulle condizioni di salute e ricorso ai servizi sanitari, che mostrava che il nostro paese, quanto a salute fisica generale, non naviga in acque così cattive, specie rispetto al resto d’Europa, sebbene vi siano profonde disuguaglianze, specie fra nord e sud della penisola, ma anche fra chi vive una situazione economica precaria o non ha un titolo di studio. Una panoramica confermata anche dal recente studio I numeri del cancro in Italia nel 2015, che OggiScienza sta raccontando in questa serie di 3 puntate, e che mostra un quadro oncologico ancora profondamente eterogeneo per i principali indicatori epidemiologici, incidenza, prevalenza, mortalità e sopravvivenza.

Al sud ci si ammala meno ma si muore di più Il primo dato registrato è che nel 2010 la prevalenza (cioè il numero di persone viventi con una diagnosi di cancro) nelle regioni del…

View original post 599 altre parole

Annunci