OggiScienza

Lo_spettrometro_a_muoni_con_sovrapposto_una collisionepp
SCOPERTE – 125,09 ± 0.24 GeV (0,21 errore statistico ± 0,11 errore sistematico): ecco il valore più preciso della massa del famoso bosone di Higgs, una misura resa nota i giorni scorsi, ottenuta combinando i dati degli esperimenti ATLAS e CMS del CERN di Ginevra. È uno dei risultati più importanti ottenuti con LHC e sicuramente una punta di diamante tra le numerose misure condotte sulla celebre particella scoperta nel 2012 nella prima fase di presa dati (2010-2012), il cosiddetto Run 1.
OggiScienza ha incontrato una delle protagoniste di questo cammino che vedrà a breve l’avvio della seconda fase: Anna Di Ciaccio, responsabile INFN di ATLAS, che ci ha raccontato perché questa misura è così importante e quali saranno i prossimi passi dell’LHC.

Dal 2012 a oggi

Il 4 luglio 2012 gli esperimenti ATLAS e CMS annunciavano al CERN la scoperta di una particella compatibile con il bosone previsto a…

View original post 882 altre parole

Annunci