Se l’aspettativa di vita è legata alla metilazione

OggiScienza

8549481196_b4c0ac04e1_zRICERCA – Forse non sarebbero in molti quelli che, anche qualora fosse possibile, desidererebbero sapere quanto lunga sarà la loro vita. Nonostante ciò, la ricerca scientifica prosegue e secondo un gruppo di ricercatori dell’Università di Edimburgo, con la collaborazione con colleghi australiani e americani, ci sarebbero ulteriori prove della correlazione fra le modificazioni a livello del DNA, chiamate metilazioni, e l’aspettativa di vita, un legame che emerge, dicono i ricercatori, comparando l’età effettiva raggiunta dall’individuo con quella predetta a livello biologico dall’analisi genetica. Un vero e proprio orologio biologico che ci fornisce qualche indizio orientativo su quando abbiamo maggiore possibilità di morire. Le persone la cui età biologica risultava superiore alla loro reale età avrebbero infatti, secondo questo modello, maggior probabilità di morire prima di quelli la cui età biologica combaciava con l’età effettiva. Come un orologio indipendente presente nel nostro DNA.

Questi risultati, pubblicati di recente su Genome Biology

View original post 219 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...