La “superevoluzione” degli OGM

OggiScienza

152997671_5cafe90c00_zRICERCA – Sebbene si parli spesso di biologia sintetica, le uniche piante totalmente sintetiche al momento sul mercato sono quelle che popolano i nostri appartamenti in inverno. “Per quanto riguarda la ricerca scientifica nel settore del biotech botanico invece, siamo ancora nel settore della ricerca di base, parlare di piante sintetiche o addirittura di computer biologici nel prossimo futuro non è assolutamente corretto.”

La premessa è di Roberto Defez, dell’Istituto di Bioscienze e Biorisorse (Ibbr) del Cnr di Napoli, mentre commenta ai microfoni di OggiScienza i risultati di un recente studio dal titolo Plant synthetic biology takes root (La biologia sintetica vegetale fa le radici), pubblicato su Science da June Medford e Ashoka Prasad, dell’Università del Colorado, riguardante la possibilità di innestare sequenze di DNA completamente artificiali, cioè costruite in laboratorio, nelle piante. Obiettivo? Entrare sempre più in profondità nel microscopico della genetica del mondo vegetale per capirne con precisione…

View original post 402 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...