OggiScienza

11064787385_c22cef1418_b Le donne che sono state trattate per carcinoma duttale al seno sembrano avere una minore probabilità di morire per altre cause, come problemi circolatori o respiratori. Crediti immagine: James Palinsad, Flickr

SALUTE – Si è parlato molto di cancro al seno al Congresso Europeo di Oncologia che si è tenuto i giorni scorsi ad Amsterdam, dallo screening alla terapia, in particolare alle frontiere ancora ricche di caveat legate alla medicina personalizzata basata sulla genomica, alla gestione delle pazienti in post-intervento. Una prima buona notizia riguarda tutte quelle donne che si trovano davanti a una diagnosi di carcinoma duttale in situ (DCIS), una forma di tumore al seno poco invasiva, dove le cellule cancerose si sviluppano all’interno dei dotti senza espandersi nel tessuto circostante o verso altri organi. La prognosi per questo tipo di tumore è generalmente più positiva rispetto ad altre tipologie di cancro al seno, e secondo uno…

View original post 570 altre parole

Annunci