OggiScienza

6800805548_b8fd3c5791_z
RICERCA – Non tutte le donne malate di tumore alla mammella rispondono allo stesso modo alle terapie. Molte di esse mostrano infatti una farmaco resistenza alle terapie di ultima generazione, e per questo è necessario individuare dei marcatori in grado di stabilire prima di iniziare una terapia, se la paziente svilupperà una qualche forma di resistenza. Questo l’obiettivo delle ricerche condotte da un gruppo di ricercatori dell’Istituto Regina Elena di Roma, che hanno portato all’individuazione di una proteina “detective” chiamata hMENA11a, che sostiene l’attivazione di oncogeni importanti, quali HER2 ed HER3, e la proliferazione e la resistenza alla morte cellulare. Lo studio, pubblicato su Oncogene e finanziato da AIRC, è stato condotto da un gruppo di ricerca guidato da Paola Nisticò del Laboratorio di Immunologia dell’Istituto Nazionale Tumori Regina Elena in collaborazione con l’Anatomia Patologica dell’Istituto.

“Il nostro lavoro si inserisce in quella che viene denominatatarget therapy – spiega…

View original post 441 altre parole

Annunci