La cura tra uso e abuso

OggiScienza

health-621354_1280SALUTE – Est modus in rebus, scriveva Quinto Orazio Flacco, cioè c’è una misura nelle cose. Quello della giusta misura è un problema abissale fin dai tempi degli antichi, e travolge inevitabilmente anche la medicina. Quando è davvero opportuno assumere un farmaco, oppure sottoporsi a una visita specialistica? “Quando ne abbiamo bisogno” verrebbe da rispondersi, ma proprio qui si apre la voragine e l’argomento è delicatissimo. Ne abbiamo parlato con Silvana Quadrino, co-fondatrice del movimento Slow Medicine, che raccoglie medici e professionisti della salute che da anni si pongono l’obiettivo di proporre una medicina “sobria, rispettosa e giusta”. L’occasione è quella di un’iniziativa nata in collaborazione con la sezione SIMG – Società Italiana di Medicina Generale di Torino, per favorire il dialogo fra medici e pazienti intorno ad alcune buone pratiche legate al concetto di “cura appropriata”, e che verrà presentata a Torino il prossimo 25 maggio.

Anzitutto…

View original post 838 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...