OggiScienza

0_finalistiGalileo CULTURA- Dopo il premio Merck Serono nel 2014, per Carlo Rovelli e il suo “La realtà non è come ci appare” (Raffaello Cortina Editore, 2014) è la volta del Premio Letterario Galileo. La giuria presieduta da Vittorino Andreoli, venerdì pomeriggio ha decretato vincitrice fra le 5 finaliste, l’opera del fisico e saggista italiano, ordinario di fisica teorica all’Università di Aix-Marseille, dove attualmente dirige il gruppo di ricerca in gravità quantistica del Centre de physique théorique de Luminy.

Un libro che si rivolge non solo a chi di fisica se ne intende, ma anch0_Rovelli_02e ai curiosi, a coloro i quali sentono il bisogno di sbirciare dietro la porta della realtà che si tocca con mano e farsi un’idea del perché essa “non è come ci appare”. Dall’immensità del cosmo all’infinitamente piccolo delle particelle subatomiche; da un concetto così apparentemente ovvio come lo spazio, ai…

View original post 55 altre parole

Annunci