OggiScienza

few-feet-684685_1280SALUTE – Secondo recenti stime, tra Italia, Francia, Regno Unito, Spagna e Germania, i cosiddetti Big5 europei, vi sarebbero 22 milioni di uomini con problemi di disfunzione erettile. Se per caso sembrano pochi si pensi che rappresentano il 18% della popolazione maschile, in altre parole, quasi un uomo su 5. Al tempo stesso, però, solo il 48% di loro si è recato da un medico per parlare del problema, e grossa parte di chi lo ha fatto, e ha magari iniziato una terapia, alla fine ha deciso di smettere.

Ragioni mediche? Economiche? “In molti casi entrambe le cose” spiega ai microfoni di OggiScienza Giorgio Franco, presidente della SIA (Società Italiana di Andrologia), all’indomani del meeting nazionale BEST 2015, che ha riunito gli specialisti nel settore dell’andrologia, fra cui la Società Italiana di Andrologia (SIA), la Società Italiana di Andrologia e Medicina Sessuale (SIAMS) a la Società Italiana…

View original post 484 altre parole

Annunci