OggiScienza

4276710116_5aa7a2e980_zRICERCA – Ad affermarlo una nuova ricerca pubblicata su una delle riviste più prestigiose, Lancet Psychiatry, e condotta dalle università di Durham e Stanford: sentire le voci nella propria testa non è necessariamente il primo sintomo di pazzia, come si è sempre pensato, ma un fenomeno che per diverse ragioni può interessare anche molte persone non affette da patologie psichiatriche. Si stima infatti che tra il 5 e il 15 per cento degli adulti sperimenterà allucinazioni uditive durante la propria vita. Sentire voci si è dimostrato inoltre essere un qualcosa di molto complesso, a seconda della persona che vive l’esperienza: le voci possono essere diverse: di bambino, di anziano, felici, tristi, speventose, rassicuranti.

È la storia di Rachel Waddingham, di mestiere consulente. A un certo punto Rachel comincia a sentire delle voci, ha delle visioni e non se le spiega, perché non le è stata diagnosticata alcuna malattia. “Ho sentito circa…

View original post 551 altre parole

Annunci